RSS

Archivi tag: prodotti

Ancora delizie per voi!

Anche oggi vi regaliamo una carrellata di immagini di una parte di ciò che è uscito dalla nostra cucina in giornata… per sentire i profumi e portare a casa qualcosa da assaporare vi aspettiamo in negozio! 🙂

Insalata russa

Insalata russa

Pollo e peperoni

Pollo e peperoni

Zucchine trifolate

Zucchine trifolate

Filetti di sgombro

Filetti di sgombro

Cotolette appena fritte

Cotolette di pollo appena fritte

Focaccia con lievito madre

Focaccia con lievito madre

Rotoli di frolla e marmellata

Rotoli di frolla e marmellata

Dolci di carnevale

Dolci di carnevale

Castagnole

Castagnole

E per finire, una rarità che ormai non si trova quasi da nessuna parte… il prosciutto (Parma S. Ilario, ovviamente!) tagliato a mano da Paola, con tanta dedizione!

Prosciutto tagliato a mano Paola al taglio del prosciutto

 
3 commenti

Pubblicato da su 22 gennaio 2013 in Uncategorized, Versione italiana

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Tappa #9: Le specialità ittiche di Friultrota @ San Daniele del Friuli (UD)

Il nostro ultimo viaggio ci ha portato a conoscere da vicino una realtà che da tempo volevamo condividere con voi: l’azienda Friultrota ed i suoi prodotti prelibati.

La terrazza di San Daniele

A San Daniele del Friuli, in una zona che pullula di prosciuttifici, c’è uno stabilimento che si distingue orgogliosamente per tipologia, esibendo all’ingresso non una coscia di maiale ma una moderna scultura ittica in ferro battuto. Il suo prodotto principe è conosciuto ovunque come “La Regina di San Daniele”, e quanto a celebrità non ha nulla da invidiare ai concittadini prosciutti. Quell’azienda è proprio la Friultrota, che abbiamo visitato per voi e che ora vi raccontiamo con piacere.

La Regina di San Daniele

La storia di questa attività, e della famiglia che le ha dato vita, è quanto mai caratterizzata da quella sana follia e quel coraggio che portano a seguire le proprie passioni anche quando il buon senso direbbe di lasciar perdere… ma, alla resa dei conti, è la dimostrazione lampante del fatto che il lavoro duro, quando poggia le sue basi su una forte passione, ripaga abbondantemente di ogni fatica.

Riconoscimenti ricevuti da Friultrota

Giuseppe Pighin, fondatore dell’azienda e padre dell’attuale titolare Mauro, era un uomo poco istruito – come spesso accadeva nella sua epoca – ma molto ingegnoso. Era curioso e aveva molte idee innovative, che spesso seguiva sentendosi dare del pazzo da chi lo circondava – fino a quando poi tutti dovevano ricredersi e rendergli merito per la sua lungimiranza.

L’attività di famiglia, inizialmente, non c’entrava proprio nulla con l’ittica: si occupava infatti di ghiaia e calcestruzzi, e si svolgeva principalmente in una cava situata sul fiume Tagliamento. Piano piano, a forza di scavare, si è formato un laghetto nel quale Giuseppe ha fatto depositare alcune trote, che poi ha iniziato ad allevare e a pescare per piacere personale.

Laghetti per la pesca sportiva, situati di fianco all’allevamento

Data la crescita di taglia e numero dei pesci, negli anni ’70 la famiglia Pighin ha provato a venderli sul mercato del fresco, vedendosi però costretta a smettere perchè la sua modalità di allevamento – molto “domestica” e che quindi non badava a spese – la portava ad avere costi troppo alti.

Alla fine degli anni ’70, per delle coincidenze fortuite che, col senno di poi, si sono rivelate provvidenziali, hanno conosciuto una persona appassionata di lavorazione del pesce ed uno chef che era stato un pioniere nell’affumicatura del salmone e che voleva provare con la trota. Forti dei loro commenti entusiasti e di quelli di chi aveva assaggiato i loro pesci e sosteneva che la qualità delle carni fosse decisamente superiore a quella delle altre trote provate in precedenza, i membri della famiglia hanno deciso di abbandonare definitivamente l’attività alla cava e di dedicarsi a quella dell’allevamento e della lavorazione delle trote – scegliendo quindi di seguire ciò che li appassionava, nonostante l’incertezza delle prospettive.

Fil di Fumo

Da completi autodidatti, Giuseppe e i suoi figli hanno così cominciato a fare esperimenti di conservazione del pesce, lasciandosi ispirare dalle proprie intuizioni, senza seguire i sentieri già battuti da altri ma avventurandosi in quel settore in maniera totalmente empirica. Il loro primo “laboratorio” è stata la cantina di una zia, poi si sono trasferiti nel vagone di un treno rivestito internamente di acciaio inox. Le cavie erano i figli: tutti gli esperimenti approvati da loro venivano in seguito proposti al pubblico.

Filetto di trota salmonata agli agrumi

Il principale metodo di lavorazione da loro utilizzato è stata l’affumicatura, ma in tal modo il loro prodotto si è trovato a dover fare concorrenza al salmone – che all’epoca era ancora di ottima qualità in quanto lavorato a livello non industriale.

La saletta per le degustazioni

Nel 1984, a dispetto di tutti quelli che davano loro dei pazzi, i Pighin hanno colto il guanto della sfida ed hanno dato vita all’attuale azienda Friultrota. A quel punto, grazie a tutti gli esperimenti e le collaborazioni fatte in precedenza, avevano già le competenze per sapere perfettamente ciò che volevano e come realizzarlo – ad esempio, le loro celle di affumicatura non sono mai state quelle “standard” proposte dai fornitori, ma sono state elaborate su misura in base alle loro esigenze.

Uova di trota

Questo è stato sicuramente un punto di forza dell’azienda, mentre il secondo – fondamentale – è di certo la qualità che ha caratterizzato fin dall’inizio il loro allevamento: si tratta infatti di un allevamento a bassa densità (15kg di pesce per metro cubo, quantità che è addirittura inferiore allo standard per la produzione biologica), realizzato con un’alimentazione non spinta e con mangimi di buona qualità, ed effettuato nel rispetto dei tempi naturali di crescita degli animali.
Anche la qualità dell’acqua è fondamentale, in quanto le trote hanno bisogno che sia purissima: in questa zona c’è la fortuna di avere acqua risorgiva, che viene prelevata dal Tagliamento con un sistema di canali ed arriva diretta nell’allevamento.

Dal Tagliamento all’allevamento, con l’impeto dei giorni di pioggia!

Il pesce viene poi pescato con metodi non invasivi (utilizzando una piccola rete che viene calata in acqua al bisogno) circa due o tre volte alla settimana, dopo di che viene immediatamente macellato in delle apposite strutture in loco, in modo da farlo arrivare in tempi brevissimi già pulito nello stabilimento poco distante in cui viene lavorato.

Guancia di trota

Fondamentale, in questa serie di passaggi dalla pesca alla lavorazione finale, è la velocità – meno tempo passa fra la prima fase e l’ultima, più i grassi mantengono intatte le loro qualità e quindi migliore sarà il prodotto risultante. Inoltre, nella lavorazione viene sempre rispettata la catena del freddo: tutte le operazioni – taglio, spinatura, salatura, eventuale speziatura – vengono svolte a mano in ambienti la cui temperatura non supera i 12/14 gradi.

L’oblò attraverso il quale osservare la lavorazione

I tempi dedicati ai diversi passaggi, come per esempio la salatura e l’affumicatura, non sono fissi ma variano in base alle caratteristiche del pesce, come la taglia e la quantità di grasso presente – questo significa che ogni dettaglio viene attentamente valutato e monitorato da personale dotato di un’enorme esperienza in merito. L’azienda è quindi in tutto e per tutto artigianale, per cui la lavorazione del pesce richiede circa 4/5 giorni (a differenza di quella industriale, che si svolge in 10/12 ore). Per scelta, inoltre, non vengono utilizzati né coloranti né conservanti… e la qualità finale del prodotto testimonia ampiamente che tutte queste attenzioni fanno la differenza!

Petto di pollo affumicato

Nel corso del tempo, poi, per esigenze di mercato sono stati inseriti anche altri tipi di prodotti, come il salmone e il petto di pollo affumicati, la bottarga di trota, l’aringa… sempre in un’ottica di innovazione. Quest’ultima, ad esempio, viene lavorata salandola ed affumicandola meno rispetto a quella classica (è stata infatti chiamata “Aringa Sciocca”), ed è stata svincolata dalla tradizione – che relegava il suo consumo al periodo pasquale – rendendola un prodotto adatto tutto l’anno, anche d’estate – abbinata ad esempio a rucola e mela verde.

Orzotto con fil di fumo e zucchine

Le linee Friultrota offrono una vastissima scelta di prodotti, per chi ama il pesce di qualità e contemporaneamente ama la comodità dei piatti pronti – i loro prodotti infatti sono tutti venduti già pronti per essere consumati, anche se poi possono essere ulteriormente elaborati (aiutandosi con le ricette che si trovano sul sito internet) da chi voglia realizzare piatti sopraffini.

Tagliolini al nero di seppia con Regina di San Daniele

Sono pesci dai sapori pieni, ben distinguibili fra loro, alcuni decisi altri più delicati, dalla consistenza tanto tenera da sciogliersi in bocca, e la loro eccellenza è ormai pluripremiata.

A questo punto, non vi resta che provarli… alla Delizia li troverete, quindi vi aspettiamo in negozio!

 
2 commenti

Pubblicato da su 19 ottobre 2012 in Uncategorized, Versione italiana

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Nuovi arrivi sugli scaffali!

Con l’arrivo dell’autunno, a cambiare non è solo il colore delle foglie, ma anche l’aspetto degli scaffali della Delizia. No, non parliamo di arredamento, ma di una vera e propria pioggia di nuovi assortimenti di prodotti!

Qui vi mostriamo quattro linee che potrebbero idealmente accompagnarvi dall’antipasto al dolce.
Buona lettura e buona scoperta!

ANTIPASTO: I sott’olio di Vastola.

Prodotti dall’Azienda Agricola Francesco Vastola, questi sottoli sono piccoli capolavori di gusto realizzati utilizzando solo ciò che la terra offre stagionalmente ed unendolo all’olio d’oliva extravergine del Cilento. Alla Delizia trovate un assortimento delle loro migliori proposte, che potete utilizzare come sfizioso antipasto o, volendo, anche come contorno.

PRIMO PIATTO: La polenta con Farina Gialla di Storo.

Realizzata da Agri’90, una Cooperativa di agricoltori del Trentino, questa farina si ottiene dalla lavorazione del caratteristico granoturco della Valle delle Chiese – il cui colore tende al rosso – che viene fatto essiccare naturalmente all’aria aperta e poi lentamente macinato. Cucinandolo, otterrete la vera e tradizionale polenta di montagna!

SECONDO PIATTO: Carne bollita accompagnata dalla Mostarda di Voghera.

Da più di trent’anni, l’azienda Barbieri – a conduzione familiare – produce la tradizionale mostarda a livello artigianale, limitandone la quantità in modo da poter preservare al meglio la qualità. Se siete amanti di questo prodotto dolce-piccante e desiderate gustarne uno eccellente, non potete farvi scappare l’occasione di provarlo!

DOLCE: Il cioccolato Domori.

I prodotti Domori non sono semplici cioccolatini, ma sono veri e propri ambasciatori di conoscenza, passione, rispetto per il cacao che probabilmente ha pochi eguali. Realizzati solo con cacao fine, coltivato direttamente in una piantagione che l’azienda cura in Venezuela, si può dire che rappresentano l’assoluta eccellenza nel loro settore – basti pensare che la varietà Criollo, utilizzata in alcune linee di prodotti, è talmente rara e delicata da ricoprire solo lo 0,001% della produzione mondiale di cacao. Se, poi, volete approfondire la conoscenza del mondo che sta dietro questi prodotti, alla Delizia potete trovare anche il libro “Alla ricerca del cacao perduto”.

Come avete notato, è bastata questa breve carrellata di nuovi arrivi per farvi compiere un viaggio attraverso i sapori dell’Italia e del mondo – siamo partiti dal Cilento, per poi passare al Trentino, alla provincia di Pavia ed infine siamo approdati a Torino, restando in collegamento diretto col Venezuela.

Ricordate che il “mangiare bene” non è fine a se stesso, ma è qualcosa che parte da lontano – da tutti coloro che mettono il proprio cuore nei prodotti che offrono – e arricchisce ben oltre il semplice pasto.
Vi aspettiamo alla Delizia… e voi aspettateci, presto ricominceremo i nostri viaggi: non vediamo l’ora di condividerli con voi!

 
1 Commento

Pubblicato da su 9 ottobre 2012 in Uncategorized, Versione italiana

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

La Delizia sbarca su Facebook!

Dopo la pagina fan delle Delizie Itineranti, è finalmente nata su Facebook anche quella dedicata specificatamente alla Delizia!

Cliccando “Mi piace” potrete essere sempre aggiornati sui prodotti della gastronomia, sulle novità che arriveranno sugli scaffali e sugli eventi che coinvolgeranno La Delizia… e voi!

Passate parola a tutti gli appassionati di gusto che conoscete!

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 6 ottobre 2012 in Uncategorized, Versione italiana

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , ,

Delizie dalla gastronomia!

Come alcuni di voi forse già sanno, la Delizia non è solo un negozio che offre i prodotti eccellenti di aziende attentamente selezionate, ma è anche gastronomia. Questo significa che ogni giorno, nell’attrezzatissima cucina annessa, vengono cucinati manicaretti di ogni genere utilizzando materie prime di ottima qualità. E dal risultato si vede… anzi, soprattutto si sente!

Spezzatino con verdure

I piatti preparati vanno da quelli più tradizionali ai più originali, da quelli semplicissimi a quelli elaborati, dai classici italiani a quelli che ammiccano all’estero, dai piatti di portata ai dolci passando per i contorni, dai prodotti della cucina a quelli da forno.
Qui di seguito ve ne offriamo una carrellata… giusto per farvi venire un po’ di acquolina in bocca!

Bocconcini di pollo fritti

Petto di pollo alla piastra

Bel e còt (prodotto tradizionale di Russi) in crosta con verza e purè, servito con patate al forno

Cookies con scaglie di cioccolato fondente

Torta alla robiola

Crostata con marmellata e frutta secca

Ultimamente, inoltre, la Delizia produce ed offre ai suoi clienti anche pane e focacce realizzati utilizzando la pasta madre, ovvero il lievito naturale che si “fa nascere” in casa e poi si mantiene in vita, rinfrescandolo, anche per decenni.

Pane con lievito madre

Attenzione perchè le focacce cambiano sempre, e sono talmente buone che sarebbero tutte da provare! Queste, ad esempio, sono al kamut, proposte in due versioni – con o senza rosmarino.

Focacce al kamut

Il menu della gastronomia è ampio e cambia tutti i giorni, in base alla disponibilità degli ingredienti. Lo potete trovare esposto fuori dal negozio, per cui se oggi vi sentite pigri, non avete voglia di cucinare ma desiderate un pranzo o una cena gustosi il nostro consiglio è assolutamente quello di passare in negozio… di certo troverete qualcosa che stuzzicherà il vostro palato.
Vi aspettiamo… anche nei weekend!

AGGIORNAMENTO: è nata la pagina facebook della Delizia… correte a cliccare “Mi piace” se volete essere sempre aggiornati su queste prelibatezze!

 
1 Commento

Pubblicato da su 28 settembre 2012 in Uncategorized, Versione italiana

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Tutte le donne (+ 1) della Delizia!

Abbiamo viaggiato in lungo in largo per l’Italia coi nostri itinerari alla scoperta dei migliori prodotti italiani, mosse dalla passione per il gusto che ci caratterizza. Vi abbiamo fatto assaggiare, almeno virtualmente, le eccellenze che abbiamo avuto la fortuna di poter conoscere da vicino. Speriamo anche che alcuni di voi siano passati alla Delizia per provarle personalmente!

…e proprio della Delizia ci occuperemo oggi, anzi più precisamente di chi il negozio lo manda avanti con la propria presenza. Perchè non esistono solo le Delizie Itineranti… anzi, quelle “stanziali” sono fondamentali!

Paola, la titolare, ormai si sdoppia fra la vita itinerante e quella in negozio. Lei è la mente da cui è nato tutto: sia l’attività commerciale che questo nuovo progetto virtuale. Per farvi capire il piglio, vi dico solo che quando aveva 20 anni – andando contro tutto e tutti – si è messa a vagare di banca in banca per chiedere un prestito per poter aprire la sua attività autonoma. C’è riuscita: ha aperto la prima Delizia a Faenza, e all’inizio andava lei personalmente con la sua automobilina a procurarsi i prodotti da vendere. Non si è mai fatta abbattere dalle difficoltà ma, anzi, ha sempre cercato di perseguire i suoi obiettivi dando un’identità ben definita al negozio, che in breve è diventato un punto di riferimento per gli abitanti della zona. Dopo una decina d’anni, ha sentito il bisogno di espandersi ed è approdata a Russi, nell’attuale sede, passando il negozio di Faenza a suo fratello. Anche lì è riuscita in poco tempo a farsi conoscere e ad avere moltissimi clienti affezionati. D’altronde, la Delizia è una realtà più unica che rara nel territorio… i prodotti venduti sono veramente il meglio del meglio che l’Italia offra, accuratamente e personalmente scelti da Paola, che si tiene sempre aggiornatissima leggendo libri e riviste di settore, andando alle fiere ed ora anche visitando personalmente i produttori.
In più, siccome è una donna tostissima che guarda sempre lontano, capita che ogni tanto in azienda tiri aria di rinnovamento… è ciò che sta accadendo anche negli ultimi mesi, il che ha portato – fra le altre cose – all’arrivo di nuovo personale.

Per fare in modo che tutti potessero conoscersi e passare qualche piacevole ora insieme, si è pensato di organizzare una bella cena in compagnia… quasi una scelta obbligata, per degli appassionati di cibo come noi!

Così, qualche settimana fa, ci siamo ritrovati in campagna nella grande casa di una delle “delizie” ed abbiamo trascorso una bella serata a base di chiacchiere, giochi coi bambini, birre artigianali ed ovviamente ottimo cibo!

Ne approfitto, quindi, per presentarvi coloro che troverete in negozio, se deciderete di passare per Russi – cosa che speriamo vivamente.

C’è Marianna, che ha sempre lavorato in fabbrica fino a due anni fa, quando la sua azienda è fallita e lei si è ritrovata a fare a tempo pieno la mamma dei suoi bellissimi bambini, Filippo e Viola. Si è proposta varie volte a Paola come aspirante commessa, ma non avendo esperienza non ha avuto immediata fortuna… finchè un giorno Paola, colpita dalla sua tenacia, le ha fatto comunque un colloquio. E’ stato amore a prima vista, e così qualche mese fa Marianna ha iniziato a lavorare alla Delizia. E’ determinata, molto sensibile ed ha un grande ascendente sui clienti, il che la rende perfetta per il suo ruolo – e rende Paola entusiasta della scelta!

C’è Barbara, che invece è una veterana e lavora in negozio da otto anni, donna intelligente, divertente e fantasiosa, mamma del simpaticissimo Diego. Paola le è molto affezionata e punta molto su di lei, il che in passato ha portato a qualche discussione per un po’ di pigrizia di troppo… In questa fase di rinnovamento, però, Barbara si è rimboccata le maniche ed ha colto tutti i suoi suggerimenti per rimettersi in gioco, ricominciando a studiare e dando a Paola moltissime soddisfazioni.


Avendo lei così tanta esperienza, dà molti stimoli ad Andrea, un altro chef, giovanissimo. Si è diplomato all’alberghiero di Riolo Terme con 100/100, ha lavorato come aiuto cuoco in vari ristoranti ma poi ha scelto di privilegiare un ramo della ristorazione che non si svolgesse di sera per potersi dedicare ad Aurora, la sua bimba. E’ un ragazzo con molta voglia di crescere, e lo dimostra assorbendo e facendo propri tutti gli spunti che gli arrivano da chi lavora con lui. E’ molto versatile ed intraprendente: quando c’è da cucinare per qualche evento privato, è lui che suggerisce il menu al cliente ed è sempre lui che va a prepararlo a domicilio. Di sicuro, se vuole prendere il volo, il lavoro alla Delizia gliene dà l’opportunità!

Gli altri membri della “ciurma” della Delizia sono Grazia, che lavora al banco, e Susy e Luisa, in cucina. Purtroppo loro non sono riuscite a raggiungerci per la nostra cena in compagnia…

E poi ci sono io, che ho incontrato Paola quasi per “caso” – ma forse il caso non esiste. Non lavoro alla Delizia ma collaboro a distanza, come ormai sapete, sperando di riuscire a costruire qualcosa di interessante ed utile! Di sicuro questo nuovo progetto mi appassiona molto, e sono felice di far parte di questo gruppo seppur da lontano.

Questo è quanto, ora conoscete chi sta dietro alla Delizia e fa sì che cresca costantemente… perchè bisogna puntare a fare meglio se possibile, ed è sempre possibile!
Ora vi aspettiamo per conoscervi di persona!

 
2 commenti

Pubblicato da su 5 luglio 2012 in Uncategorized, Versione italiana

 

Tag: , , , , , , , , , , , , ,